Per la seconda volta, la Biblioteca di Castiglion Fiorentino ottiene un finanziamento dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo destinato al sostegno del libro e dell'intera filiera dell'editoria libraria.

Data di pubblicazione:
14 Ottobre 2021
Per la seconda volta, la  Biblioteca di Castiglion Fiorentino  ottiene un finanziamento dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo destinato al sostegno del libro e dell'intera filiera dell'editoria libraria.

Per il secondo anno consecutivo la Biblioteca comunale ha ricevuto un finanziamento destinato al sostegno del libro e dell'intera filiera dell'editoria libraria. Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha emanato, infatti, lo scorso 24 maggio 2021 dei  provvedimenti che hanno introdotto risorse straordinarie per l’acquisto di libri da parte delle biblioteche dello stato, delle Regioni, degli enti locali e degli istituti culturali. Un modo efficace per sostenere direttamente e indirettamente tutta la filiera del libro in difficoltà, dalle biblioteche, alle librerie, agli editori, ai distributori, agli autori.  La Biblioteca di Castiglion Fiorentino ha così ottenuto il contributo, circa 10 mila euro, dichiarando un patrimonio librario pari a poco meno di 60 mila volumi, di cui 21000 riferibili alla collezione antica e la restante parte alla sezione moderna. Alle unità librarie si aggiungono quasi 3000 manifesti e carte storiche, la raccolta di tesi di laurea inerenti al nostro territorio e un’importante fototeca che conta oltre 10 mila scatti, di cui le ultime 6 mila circa sono state digitalizzate nell’ultimo anno e vanno dal secolo ventesimo fino al 2007.  “Si tratta di un ulteriore tassello che si aggiunge ai progetti e alle iniziative messe in campo in questi anni e che hanno riguardato i libri come ‘La Città che Legge’ o come i vari totem che sono stati posizionati nei luoghi di aggregazione fino alla manifestazione dello scorso sabato  ‘Uno, Nessuno e 100 mila’ che ha visto migliaia di libri venduti ad un euro. Il libro diventa, quindi, un ottimo strumento educativo per i bambini ma è anche un prezioso veicolo per uscire dall’isolamento sociale ed emotivo” dichiara l’assessore alla Cultura, Massimiliano Lachi.

Ultimo aggiornamento

Martedi 20 Settembre 2022