Stop ai nuovi centri della media-grande distribuzione.

Approvata all’unanimità la mozione del gruppo consiliare di maggioranza “Libera Castiglioni” che impegna l’Amministrazione Comunale a garantire uno sviluppo territoriale orientato verso il contenimento dell’uso del suolo e di rigenerazione del patrimonio edilizio esistente e attento a garantire un’adeguata sicurezza stradale.

Data di pubblicazione:
01 Giugno 2022
Stop ai nuovi centri della media-grande distribuzione.

 

Consiglio comunale compatto a supporto dell’economia degli esercizi di vicinato ed, in particolare, del Centro Commerciale Naturale, a tutela del consumo di suolo pari a zero ma soprattutto contro la proliferazione dei centri di Media e Grande distribuzione di vendita. Ieri pomeriggio, durante l’assise, è stata, infatti, approvata all’unanimità la mozione del gruppo consiliare di maggioranza “Libera Castiglioni” che impegna il Sindaco, la Giunta, il Segretario comunale ed le posizioni organizzative del comune all’osservanza dell’indirizzo “politico-amministrativo” – si legge nella mozione – “di garantire uno sviluppo territoriale orientato  verso il contenimento dell’uso del suolo e di rigenerazione del patrimonio edilizio esistente e attento a  garantire un’adeguata sicurezza stradale, manifestando di conseguenza la propria contrarietà a qualsiasi previsione per la nuova realizzazione di ulteriori aree di media distribuzione superiore a 800 metri  e grande distribuzione di vendita (riferimento legge regionale 23 Novembre 2018 n 62) all’interno del territorio pur garantendo, al contrario, la propria disponibilità per quanto indicato in premessa a valutare eventuali recuperi o il cambio di destinazione di edifici o immobili idonei attualmente esistenti sottoutilizzati o in disuso”. Già in passato il gruppo di “Libera Castiglioni” aveva “stoppato” le proposte di nuovi gruppi della media distruzione intenzionati ad aprire nel territorio castiglionese nuovi punti vendita. Una scelta applaudita dalle associazioni di categoria che secondo le quali “la realizzazione dei supermercati ha progressivamente indebolito gli esercizi di vicinato ed, in particolare, ha reso meno attrattiva l’economia delle professioni all’interno del centro storico”. Castiglion Fiorentino con il suo incantevole centro storico e le attive e vitali zone circostanti hanno conservano in sé l’identità e le tradizioni della Città che devono essere salvaguardate e valorizzate. “Abbiamo constatato che c’è stata di nuovo la necessità di ribadire con forza la nostra posizione che, in tutto questo periodo, per altro, non è mai cambiata. Ci facciamo forti anche del voto unanime del consiglio comunale sulla mozione segno, questo, che siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Il tutto avviene in un momento particolare della vita amministrativa visto che è in fase di approvazione il Nuovo Piano Strutturale Intercomunale e che a breve verrà adottato anche il Piano Operativo del Comune di Castiglion Fiorentino. Il nostro obiettivo, quindi, è quello di porre in essere ogni possibile soluzione utile a riequilibrare le dinamiche economiche tra periferie commerciali e centro cittadino, anche come concreta dimostrazione di sostegno in favore di chi, negli ultimi anni, ha continuato ad investire negli esercizi di vicinato e nei quartieri storici della città. Vogliamo rafforzare il centro storico con la sua tipicità perché è bene ricordarlo la vita della città passa prima di tutto anche dalle sue attività commerciali che rappresentano anche un presidio di socialità e di sicurezza. Ed è per questo che, negli anni, abbiamo messo in campo tutte quelle misure di stimolo all’iniziativa imprenditoriale e le azioni di animazione sociale, culturale, turistica, sportiva, ed economica, nonché di riqualificazione dell’arredo urbano e degli immobili pubblici” conclude il sindaco Mario Agnelli.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 06 Ottobre 2022