IL DISTRETTO IRRIGUO N. 8 FA UN IMPORTANTE PASSO AVANTI

Nel giorno del suo compleanno il Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno ha consegnato i lavori per la realizzazione del nuovo impianto di Castiglion Fiorentino Il progetto era stato presentato all’inizio del novembre 2021 alla vice Presidente della Regione Toscana e assessora all’agricoltura Stefania Saccardi con la collega Monia Monni, assessora all’ambiente

Data di pubblicazione:
16 Febbraio 2022
IL DISTRETTO IRRIGUO N. 8 FA UN IMPORTANTE PASSO AVANTI

 

Il Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno ha festeggiato il suo compleanno con una bella notizia:  la consegna ufficiale dei lavori alle ditte incaricate di realizzare il distretto irriguo 8 a Castiglion Fiorentino.

L'operazione formale rappresenta il punto di arrivo di un lungo e laborioso percorso progettuale e autorizzativo e il punto di partenza delle procedure per l'avvio dell'intervento, solo a pochi mesi di distanza dalla presentazione del progetto.

Era il 3 novembre 2021 quando, ospiti dell’azienda agricola Menci,  l’iniziativa è stata illustrata alla vice presidente della Regione Toscana e assessora all’agricoltura Stefania Saccardi, in visita in Alto Valdarno, insieme alla collega all’ambiente Monia Monni.

Il 14 febbraio 2022, è arrivato il primo necessario passo per  dare forma all’infrastruttura,   progettata   dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno e finanziata con i fondi del PSR 2014-2020 per portare l’acqua della diga di Montedoglio alle imprese agricole del territorio.   

Il distretto irriguo nasce, con un investimento di circa 2 milioni di euro,  per consegnare l’acqua su una superficie di 200 ha, sarà dotato di 4.300 m di condotte e di 17  punti iniziali di consegna: si tratta di un piccolo strategico impianto per le imprese agricole locali,  molte delle quali specializzate in attività vivaistiche, necessitano della risorsa irrigua tutto l’anno.

La prolungata siccità fuori stagione e la “primavera” anticipata, con temperature atipiche nelle ore centrali della giornata, sono i caratteri evidenti di una emergenza climatica sempre più grave. Proprio per questo, il nostro ente è impegnato ad  utilizzare a pieno l’opportunità offerta dalla presenza sul territorio dalla Diga di Montedoglio, il più grande invaso dell’Italia Centrale. Progettare e creare nuovi distretti irrigui al servizio dell’agricoltura è necessario se intendiamo superare, dove questo è possibile  e sostenibile, dal punto di vista economico e ambientale, la cultura del prelievo autonomo, ancora troppo diffusa in Toscana e incapace di dare, per qualità e quantità, certezze produttive alle imprese agricole. Una cultura che purtroppo penalizza fortemente anche l’ambiente”, commenta la Presidente del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno Serena Stefani.

“Il Distretto Irriguo n. 8 – conferma il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli - è la risposta a un’esigenza forte del settore ortoflorovivaistico castiglionese che ha sempre più bisogno di certezza di approvvigionamento dell’acqua, non solo per le criticità che stanno portando  i cambiamenti climatici, ma la necessità di avere standard della risorsa costanti e di qualità per un settore altamente specializzato che utilizza tecnologie irrigue molto sofisticate.   Dobbiamo   dare atto al Consorzio di Bonifica di averci creduto, di aver redatto un progetto sostenibile che darà risultati importanti e prospettive di ulteriore  sviluppo di un settore strategico per il nostro territorio”.

Ultimo aggiornamento

Martedi 20 Settembre 2022