Il 2021 sarà l’anno del nuovo Piano Operativo e della creazione di un ufficio dedicato al turismo.

Riqualificazione degli ex Macelli e dei giardini pubblici di piazza Matteotti. Due opere simbolo per questa legislatura.

Data:
30 Dicembre 2020
Immagine non trovata

 

Una lavagna-calendario da riempire con eventi, manifestazioni ed iniziative. Parte da qui la programmazione 2021 dell’amministrazione comunale che ha dovuto modificare e rimodulare l’anno in corso a causa della pandemia da Covid-19. Dopo un inizio di tutto rispetto con le riprese del film “Anna Rosenberg” che vede tra i suoi protagonisti Claudia Gerini , il 2020 ha segnato un brusco stop per il Coronavirus. La pandemia ha costretto l’amministrazione comunale a fare ben 17 variazioni di bilancio e rinegoziare anche se in modo parziale i mutui accesi.

Annullato il Palio dei Rioni come molte altre manifestazioni anche di carattere religioso come le tradizionali Processioni Pasquali. Da questo 2020 sono comunque emersi aspetti positivi come la solidarietà dei castiglionesi che si è manifestata ulteriormente con l’iniziativa natalizia a favore della Caritas che “è il risultato e il valore di una comunità” ha sottolineato il sindaco Mario Agnelli, questa mattina nella abituale conferenza di fine anno.  Emozionanti, poi, gli eventi che si sono tenuti la serata del primo maggio quando il chitarrista Giacomo Ghezzi si è esibito dalla Torre del Cassero raggiungendo le case dei castiglionesi e la mattina del 19 giugno con l’arrivo di Alex Zanardi e della sua Staffetta Tricolore.  Il 2020 ha permesso anche la realizzazione del “Castiglioni Film Festival”, del Premio Fair Play Menarini e del Premio San Michele d’Oro consegnato al Comandante Gennaro Arma. Se la prima legislatura ha avuto come opera simbolo la realizzazione di Viale Bartolomeo della Gatta, i prossimi anni saranno caratterizzati dalla riqualificazione degli ex Macelli e dei giardini pubblici di piazza Matteotti. Due opere che rientrano nel piano fin dal 2021 come la conclusione dello stadio E. Faralli, il cimitero del capoluogo e la riqualificazione del teatro dei Cipressi dove si potrebbero realizzare degli eventi al di là del Palio dei Rioni. Ragguardevole in questo 2020 il traguardo raggiunto nella raccolta differenziata 72% e il lavoro importante che si è fatto a sostegno delle famiglie.  La ripresa del 2021 passa anche dalla cultura con la mostra “Mille di Sgarbi” e con “L’abbraccio” dell’artista Macca che ha generato numerosi passaggi nei media nazionali. “Il 2021 sarà l’anno anche del nuovo Piano Operativo dove abbiamo individuato, in maniera previsionale, i luoghi per l’ampliamento delle Scuole. Si tratta di Montecchio, Manciano e il capoluogo. Sarà l’anno del turismo con la creazione di un ufficio dedicato, che per Castiglion Fiorentino è la prima volta. Oggi più che mai dovremo fare sistema. Il successo di Cortona e Arezzo può essere visto anche come il successo di Castiglion Fiorentino e sarà indispensabile dialogare con loro e tutti gli altri Enti e Ambiti per intraprendere iniziative efficienti e sostenibili. La nostra filosofia dovrà essere quella antica di fare di uno spino una siepe” ha, poi, concluso, il sindaco Mario Agnelli.

 

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 05 Agosto 2021