“Dall’arboreto alla bachicoltura”. Presentazione del progetto sperimentale unico in Italia che vede impiegati i bachi da seta a livello medicale.

Data:
18 Febbraio 2017 00:00 - 18 Febbraio 2017 00:00
Immagine non trovata
Sabato 18 febbraio ore 17.00 auditorium de “le Santucce”.
 
 
 
“Dall’arboreto alla bachicoltura” è il titolo del convegno in programma sabato prossimo alle ore 17.00 presso l’auditorium de “Le Santucce” che vede il patrocinio del comune di Castiglion Fiorentino, della Fondazione “Nicodemo Settembrini” e dell’azienda Aboca. Ad introdurre la serata, Valentino Mercati, presidente di Aboca.  La presentazione è invece affidata a Luca Tosi e ad Anna Maria Rosadoni Adiloro, curatrice del dvd che verrà illustrato durante l’incontro.
Sono previsti gli interventi del sindaco Mario Agnelli, dell’assessore allo Sviluppo Economico, Devis Milighetti, e dell’entomologo Bettacchioli.
Lo stradone di Montecchio, da sempre luogo simbolo di tradizione contadina, grazie all’inventiva di Valentino Mercati, nuovo proprietario di questa porzione di territorio castiglionese, sta diventando la nuova culla per un progetto sperimentale che vede impiegati i bachi da seta in medicina.
Si tratta di un progetto unico in Italia che utilizza il filo di seta prodotto dai bachi a livello medicale.
Le 4 casse di bachi da seta, oggi, si trovano all’interno di un container che funge da incubatrice permettendo, così, la produzione di seta anche nel periodo invernale.
Parallelamente sta nascendo una miscela alimentare secca a base di piante di gelso che agevola e acconsente, appunto, la continuità nella bachicoltura. 
locazione

piazza del municipio

comune

castiglion fiorentino

provincia

arezzo

Ultimo aggiornamento

Giovedi 20 Maggio 2021